Meraviglia

shutterstock 54904828Ciò che hai ottenuto tienilo stretto (FF 2875).

Chiara invita Agnese ad avere sempre davanti agli occhi il punto di partenza. Di che cosa, ci chiediamo? Della vocazione? Probabile, visto che parla, appena prima, del proposito.

Ma possiamo immaginare anche, stando alle sue ultime parole - Benedetto tu, Signore, che mi hai creata - che il punto di partenza possa essere semplicemente - e originariamente - la nascita: quasi un invito a considerare la bontà di Dio che ci ha messi al mondo e ci invita ad essere con lui e per* lui creatori (oltre che cercatori) di bellezza, di bontà, di luce.

Allora quell’invito a tenere stretto ciò che si è ottenuto potrebbe essere, semplicemente, un invito – caloroso - ad amare la vita, a considerarla il bene più prezioso che abbiamo avuto - e gratis! -, a custodirla in noi e attorno a noi, bella, buona, luminosa. Consapevoli che è un dono che non va sciupato, ma sprecato per amore e in abbondanza sì.

* compito a casa: questo “per” ti arrovelli il cuore e la mente!

foto: Arman Zhenikeyev / Shutterstock.com

Stampa