Seguire Gesù?

shutterstock 121594945Vedi che egli si è fatto per te spregevole e seguilo, fatta per lui spregevole in questo mondo (FF 2879).

Vabbé Chiara, un conto è Dio, che tanto è grande, onnipotente, c’ha tutto in mano e lo sanno tutti… un conto siamo noi! Che paragone fai? Ok, che lui si faccia pure spregevole, tanto lo sanno tutti che è er mejo, che basta niente e plof non c’è più nessuno di quelli che gli stanno antipatici.

Ma noi, vuoi mettere noi!? Se non ti fai vedere un po’ figo, un po’ ganzo, un po’ sgamato... non ti considera nessuno! Manco ti vedono! E se gli altri non ti guardano non esisti, punto e basta*! Non ci sono storie. Cara la mia Chiara, stavolta l’hai toppata. Mi spiace tanto, ma io non ti ascolto. Perché se poi ti do retta, mi tocca fare una vita da povero Cristo (da cretino, direbbero gentilmente i francesi), zimbello di tutti, sempre all’ultimo posto –se un ultimo posto rimane-, sempre lì a guardare gli altri vivere baldanzosamente… e io a credere che stare con Gesù sia la migliore compagnia di due mondi, non solo di uno! Ma va là, aggiornati! Qui se non ti fai un minimo di storia tu, nessuno ti regala niente! Bella mia, te la devi sudare la vita, mica te la regalano, mica è una comoda passeggiata dietro a Gesù che apre la strada e se li prende lui tutti i pesci in faccia! No: adesso nessuno ti apre la strada e i pesci in faccia te li becchi tutti, non siamo più nel medioevo! Va là, c’avrai anche ragione in tante altre cose, ma in questa qui, ascolta me, il mondo va in modo diverso da come lo vedi tu!
… o no?

* compito a casa: e se il punto fosse un punto e virgola?

foto: WDG Photo / Shutterstock.com

Stampa