33 anni alla grande

Simpatico perché discreto, comunicativo, capace di accogliere ed ascoltare con rispetto

Gaetano Vigevano, nato il 30 Agosto 1825 ad Abbiategrasso, lavora con il padre nel commercio di stoffe. Nel negozio crea problemi perché, nella sua onestà scrupolosa, si sente in dovere di mostrare ai clienti i difetti dei tessuti.
Riesce a farsi piccolo con i piccoli, trascorrendo con loro il tempo libero dal mattino alla sera con passeggiate alle cascine, visite ai malati, la messa domenicale, il catechismo, la visita al cimitero, il gioco.
Vive con comprensione i problemi degli emarginati in carcere, fino a offrire se stesso per la scarcerazione di due ladruncoli, o a voler salvare due assassini dalla condanna a morte.
A 27 anni inizia un difficoltoso cammino francescano tra i Cappuccini: per la sua fragilità fisica, sarà dichiarato inadeguato alla vita dei frati. Lasciando il convento in lacrime, saluterà il Padre Guardiano: «Io morirò cappuccino!».
Infatti, tre mesi dopo viene riaccettato nel convento di San Vittore a Milano come fratello oblato. Con il nome di fra Carlo da Abbiategrasso, viene ammesso alla Professione dei voti il 30 marzo 1855 e il giorno dopo Natale dello stesso anno viene ordinato presbitero.
Molti si rivolgono a lui, chiedendogli preghiere e benedizioni, soprattutto per i malati.
Al Santuario della Madonna dei Cappuccini di Casalpusterlengo, dove trascorre gli ultimi mesi della sua vita, avvengono fatti straordinari e miracolosi, operati per la sua fede e per la sua preghiera.
Il governo austriaco temendo subbugli politici, per il grande concorso di fedeli e malati dal territorio e dalle province confinanti, scrive al Vescovo e al Padre Provinciale che il frate venga trasferito perché pericoloso.
Padre Carlo muore il 21 febbraio 1859, ripetendo con gioia alla Vergine: «Vengo, o Mamma! Vengo, o Mamma!».
C’è molta devozione alla sua santa vita e perciò invocato perché continui a proteggere. È stata introdotta la Causa di beatificazione.

  

Tags: Carlo da Abbiategrasso, frate cappuccino, Casalpusterlengo

Stampa