f. Cecilio

da Costa Serina

1885-1984

Pietro Antonio Cortinovis nacque a Costa Serina, tra i monti di Bergamo, il 7 novembre 1885. Fino a 22 anni aiutò la famiglia nel duro lavoro dei campi, terziario francescano e modello di preghiera.

Fece la professione temporanea il 2 agosto 1909 e quella perpetua il 2 febbraio 1918. Dal 1910 al 1982 visse nel convento di viale Piave in Milano dove fu il sacrista devoto, il portinaio accogliente, l’amico dei più poveri, il questuante che raccoglie e distribuisce con il massimo distacco dalle cose.

Durante la seconda guerra mondiale fu il samaritano per perseguitati e poveri. Nel 1959 fondò l’Opera San Francesco per i poveri che continua nel tempo il suo servizio ai più sfortunati della città.

Tutta la sua attività partiva da un rapporto profondo con Dio, che divenne più intenso dopo l’esperienza mistica vissuta il 5 luglio 1922.

F. Cecilio fu un innamorato di Cristo crocifisso, vivo nell'Eucaristia, presente nei poveri. Su questo nucleo centrale costruì una preghiera intensa, sviluppò una profonda penetrazione dei misteri divini e praticò una carità eroica. L'Eucaristia era ricevuta con grande devozione e passione, era oggetto dei suoi pensieri che, pur avendo fatto solo la terza elementare, ha consegnato a scritti preziosi ora a disposizione di chi vuole mettersi alla sua scuola.

Morì il 10 aprile 1984.

 

Un pensiero di f. Cecilio
Noi siamo poveri peccatori, servi inutili.
Ma è anche vero che il Signore ci ama di un amore infinito e trova il suo piacere nell'usare con noi misericordia.

Stampa