In ascolto

“Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, unico è il Signore...” Dt 6,4
Ascoltare qualcuno significa aprirsi all'accoglienza, dedicare tempo e attenzione.
Mettersi in ascolto della Parola significa accogliere nel tuo cuore e nella tua vita Colui che l'ha pronunciata per te.

Essere o non essere

Martedì della II settimana – Tempo di Quaresima

Is 1,10.16-20 / Sal 49 / Mt 23,1-12

150303 essereononessereIl problema del male è che c’è ma non si vede. Che lo facciamo ma non ce ne accorgiamo. La parola profetica è la spada che Dio non fa mancare alla storia del suo popolo, affinché si aprano gli occhi sulla triste fatalità del bene che non abbiamo ancora imparato a fare e del male che non abbiamo ancora cessato di compiere. 

Se sarete docili e ascolterete, mangerete i frutti della terra. 
Ma se vi ostinate e vi ribellate, sarete divorati (lett.: mangiati) dalla spada (Is 1,19-20)

Leggi tutto

Stampa

Ciò che (non) siamo

Lunedì – II settimana del Tempo di Quaresima

Dn 9,4b-10 / Sal 78 / Lc 6,36-38

150302 ciochenonsiamoÈ sempre un riconoscimento amaro, mai semplice, quello del peccato che abbiamo commesso. Non tanto perché il termine appare oggi desueto e poco interessante. La ragione ultima della reticenza a confessare i nostri fallimenti — prima di tutto davanti a noi stessi — è purtroppo quello sgradevole alone che il peccato lascia sul volto, come dice coraggiosamente il profeta Daniele, ponendo il popolo a confronto con la fedeltà del Signore. 

Signore, la vergogna sul volto a noi, ai nostri re, ai nostri prìncipi, ai nostri padri, 
perché abbiamo peccato contro di te (Dn 9,7)

Leggi tutto

Stampa

Senza risparmiare

II Domenica – Tempo di Quaresima (B)

Gen 22,1-2.9.10-13.15-18 / Sal 115 / Rm 8,31-34 / Mc 9,2-10

150301 senzarisparmiareSiamo entrati nel deserto della Quaresima insieme al Signore Gesù per incontrare le nostre tentazioni e, guidati dallo Spirito, per affrontarle a viso aperto. Abbiamo accolto l’invito a dedicare un parte del nostro tempo per permettere a Dio di far risplendere la luce della sua carità dentro le ombre della nostra vita. Attraverso la preghiera, il digiuno e l’elemosina ci siamo regalati un’occasione per vivere lontano dagli inganni che, sempre, tentano di sedurre il nostro cuore. In questa domenica, la liturgia ci fa salire sue due sante montagne, per dirci che tutto questo cammino di conversione può compiersi solo se siamo disposti ad ascoltare fino in fondo (nel)la voce di Dio. Senza risparmiare.

Leggi tutto

Stampa

Accordarsi

Venerdì della I settimana – Tempo di Quaresima

Ez 18,21-28 / Sal 129 / Mt 5,20-26

150227 accordarsiLe continue difficoltà, i ritmi pazzeschi, la corsa frenetica della nostra società ci inducono spesso a pensare che non si arriverà mai al traguardo della giustizia, della pace e della vita buona per tutti. A rincarare la dose, sorge talora il sospetto che persino Dio, anziché alleggerire il nostro viaggio, lo appesantisca con norme troppo vincolanti e giudizi severi. Il Signore sa perfettamente che questi pensieri covano nel nostro cuore. Già i profeti li intercettavano con i loro discorsi.

Forse che io ho piacere della morte del malvagio — oracolo del Signore —
o non piuttosto che desista dalla sua condotta e viva? (Ez 18,23)

Leggi tutto

Stampa

Cercare rifugio

Giovedì – I settimana del Tempo di Quaresima

Est 4,passim / Sal 137 / Mt 7,7-12

150226cercarerifugioLa bella Ester, in un momento di estremo pericolo per il popolo di Israele, si dimostra regina quando sceglie di mettere da parte privilegi e paure, per chiedere a Dio la forza di bussare alla porta del re Assuero. Non si trattava di una piccola impresa dal momento che, secondo le antiche giurisdizioni persiane, nessuno poteva presentarsi al re di sua iniziativa senza incorrere nel rischio di essere messo a morte. Nella debolezza, la povera regina ricorre all’unica forza della preghiera. E si rifugia in Dio. 

In quei giorni, la regina Ester cercò rifugio presso il Signore, 
presa da un’angoscia mortale (Est 4,17n)

Leggi tutto

Stampa