Sogno o son desto?

pag08 shutterstock 7788949Credo nei sogni, perché in essi vedo quella realtà, presente solo nella mia mente, ma talmente perfetta da richiamare tutte le mie energie perché si possa realizzare.

Credo nei sogni, perché nascondono nella foschia i bisogni che riconosco ma che non riesco a soddisfare.

Credo nei sogni, perché sono il motore delle mie giornate, la radice della mia gioia, l’essenza del sorriso che porto in volto.

Ci credo, anche se so che alcuni rimarranno sempre e solo tali: quelli sono i più fragili, che guardo e curo con tenerezza e tra essi quello di una famiglia tutta mia, da riunire la sera tra le quattro mura di casa, dopo che per tutto il giorno è rimasta sparpagliata per il mondo.

Curo questo sogno con affetto particolare perché negli anni mi sono accorto di quanto sia stato importante e per me vitale aver vissuto la famiglia, la mia, come il porto nel quale tornare dopo ogni bella e brutta esperienza… per ricaricarmi, per condividere, per confrontare e consegnare i miei “bagagli”.

E la cosa che più mi intenerisce e mi affascina di questo sogno è la possibilità di dar vita a tutto ciò grazie all’amore di due persone… esserne il regista, l’attore, l’artefice ma sempre e solo in collaborazione… mai solo, sempre in due e non perché costretto ma perché chiamato a farlo, “vocato” come un pesce dall’acqua o un uccello dal suo cielo.

E quindi amici non si può
mollare, io continuerò a
sognare…

Io sono

Arisia

Testo e musica: G. Anastasi - M. Filardo - G. Mangiaracina
Arisa, Sincerità (2009)

Le sette e già mi alzo, poi 
mi preparo il pranzo perchè
non mangio a casa mai
ed anche il mio ragazzo si
sbatte come un pazzo mi
dice stai tranquilla e vai
perchè talvolta cedo e a
volte non ci credo, mi sembra
tutto una bugia
ma credo in certi sogni che
sono dei bisogni
e riempiono la vita mia 
E quando si organizza 
la serata tra un bicchiere
e una risata fatta in compagnia
mi rendo conto che mi serve poco,
che tutta questa vita
è un grande gioco 
Io sono una donna 
che crede all’amore che
vuole il suo uomo
soltanto per sè voglio
essere mamma perchè
la mia mamma è la cosa
più bella che c’è mi
piace il natale, domenica
al mare, poi alzarsi da
tavola verso le tre
perchè la famiglia a me
mi meraviglia, mi piglia,
vorrei farne una da me. 
La mia generazione se 
aspetta la pensione può
darsi non arrivi mai
col mutuo resti sotto
allora c’è l’affitto per una
vita pagherai
ma non mi piango addosso
e accetto il compromesso,
mi godo quel che ho
perchè la vita è un dono
ed io credo nel buono di quel
che ho fatto e che farò. 
E quindi amici non si può 
mollare, io continuerò a
sognare una casa che
che abbia un balconcino
con le piante e un angolo
cottura bello grande.

Stampa