Per pregare

Riconoscere

La gente subito lo riconobbe.

Ma io lo avrei riconosciuto? Domanda obbligatoria quanto inquietante…

Leggi tutto

Stampa

Gettare le reti

«Sulla tua parola getterò le reti».

Nell’esperienza della nostra vita, prima o poi, capita di imbattersi in notti infruttuose, in situazioni che sono a tutti gli effetti dei fallimenti, delle sconfitte, delle delusioni… che ci lasciano a leccarci le ferite in un angolo, come questi pescatori, intenti a ripulire le loro reti dai segni di una nottata di pesca inefficace.

Leggi tutto

Stampa

Senza pastore

Ebbe compassione di loro.

È commovente questo maestro, che sa cogliere il nostro bisogno di lui e accetta di anteporlo al suo sacrosanto diritto di concedersi un momento di tranquillità e di intimità con i suoi discepoli!

Leggi tutto

Stampa

Capricci

«Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò».

Il male ha sempre una parte attraente, che ci porta a dire e fare cose di cui poi finiamo per pentirci, irrimediabilmente.

Leggi tutto

Stampa

A due a due

I Dodici, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demòni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano.

Quelli che Gesù manda a predicare e a cui conferisce “potere sugli spiriti impuri” non sono personaggi con la laurea in Scienze Religiose, o in Catechetica.

Leggi tutto

Stampa

Scandalo

«Da dove gli vengono queste cose? E che sapienza è quella che gli è stata data? E i prodigi come quelli compiuti dalle sue mani?».

Siamo sempre molto abili e molto ben disposti a classificare le persone in base a categorie che sono solo nostre - derivate dal contesto sociale, culturale, religioso - e che finiscono per etichettare gli altri in base, non a ciò che sono e fanno nel mondo in cui vivono, ma semplicemente per la loro ascendenza familiare, o per i pregiudizi che inevitabilmente condizionano i nostri pensieri e le nostre relazioni.

Leggi tutto

Stampa

Vedere davvero

«I miei occhi hanno visto la tua salvezza».

Quanti occhi avranno visto quel bimbo e i suoi genitori, quel giorno nel Tempio di Gerusalemme?

Leggi tutto

Stampa

Libero

«Esci, spirito impuro, da quest’uomo!».

Il male. Esiste, il male.

Leggi tutto

Stampa

Rifiutare

Tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e cacciarono Gesù fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino.

Accade. Può accadere.

Leggi tutto

Stampa

Tempesta

«Perché avete paura? Non avete ancora fede?».

Quante volte, nelle notti della vita, ci siamo trovati sballottati da vere e proprie tempeste, impauriti dalle onde e tanto sconfortati da non riuscire a vedere una via di uscita?

Leggi tutto

Stampa

Nel piccolo, la grandezza

«Il regno di Dio è come un granello di senape che, quando viene seminato sul terreno, è il più piccolo di tutti i semi che sono sul terreno; ma, quando viene seminato, cresce e diventa più grande di tutte le piante dell’orto e fa rami così grandi che gli uccelli del cielo possono fare il nido alla sua ombra».

L’idea di “regno di Dio” che Gesù ha in testa sembra molto diversa da come, a volte, sembra che la pensiamo noi cristiani…

Leggi tutto

Stampa