Per pregare

Resistere per esistere

«Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato».

Il Bambino di Betlemme sta ancora suscitando commozione e tenerezza… e già la liturgia ci ricorda un punto fermo della fede in lui: davanti a quella greppia, davanti a quella croce, davanti a quell’amore, non si può non prendere posizione.

Leggi tutto

Stampa

Rocciosi

«Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia»

Non è questione di chiacchiere, il Regno che viene. È una parola ascoltata e messa in pratica; è una Parola che si fa carne. Accoglierlo significa entrare in quest’ottica; significa fondare la propria esistenza su una roccia solida: Gesù Cristo.

Leggi tutto

Stampa

Attendere

«Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con grande potenza e gloria»

In ogni messa diciamo che la nostra vita di discepoli è tutta orientata "nell'attesa che si compia la beata speranza e ritorni il nostro salvatore Gesù Cristo".

Leggi tutto

Stampa

Lasciare, seguire

«Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono [...] Li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono

Il Signore Gesù viene, visita le nostre vite... e chiama a sé. La risposta, la scelta è lasciata alla nostra libertà: possiamo lasciare che niente cambi, che la nostra vita si appiattisca sullo scontato;

Leggi tutto

Stampa

Piccoli è bello

«Ti rendo lode, o Padre: hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli»

Il grande mistero di Dio e dell'uomo è che Colui che è incommensurabile si fa piccolo: per comprenderlo è necessario essere al suo livello.

Leggi tutto

Stampa

In abbondanza

Tutti mangiarono a sazietà. Portarono via i pezzi avanzati: sette sporte piene

Il Signore non ci chiede di compiere grandi prodigi (i miracoli li fa lui!), né di mettere in campo grandi forze, o chiudere l'anno con chissà quali bilanci: la sua misericordia (compassione) è viscerale, totale e copre ogni nostra mancanza.

Leggi tutto

Stampa

«Insegnaci a pregare!»

Gesù svela il suo bisogno di pregare. Non parole blaterate, ma uno “stare con”. Dal “do ut des” alla gratuità della relazione. Liberi di dire «Abbà!».

È bello che, nei vangeli, si dica spesso che Gesù si ritirava a pregare. Ed è altrettanto bello che, mentre per lui la preghiera è un’esigenza impellente, una comunicazione cuore a cuore col Padre (ne abbiamo un esempio nei brani del Getsemani), per noi discepoli la preghiera non sia qualcosa di spontaneo, ma un’attività difficile, pesante, in cui non siamo capaci, ma che dobbiamo imparare.

Leggi tutto

Stampa