Senza pastore

Guardare col cuore

Scritto da fra Carlo Poloni il .

Ebbe compassione di loro.

È commovente questo maestro, che sa cogliere il nostro bisogno di lui e accetta di anteporlo al suo sacrosanto diritto di concedersi un momento di tranquillità e di intimità con i suoi discepoli!

Ma non deve bastarci la commozione: Gesù ci mostra non solo la sua attenzione e dedizione nei confronti dell’umanità smarrita e assetata; il suo è uno stile, uno sguardo diverso, un nuovo modo di porsi nei confronti di tutti, che ogni discepolo deve cercare di incarnare. Infatti, è importante il contenuto della nostra testimonianza - in questo caso ciò che i discepoli hanno annunciato -; ma ciò che più conta è che essa sia mossa e sostenuta da un cuore che batte - quello del pastore che dà la vita -.

Buona Notizia: ogni nostro smarrimento è sotto gli occhi e nel cuore del Pastore buono.
Buona Notizia sei tu se il tuo amore per i fratelli sa superare anche la stanchezza di stare al loro passo.

  

Tags: discepoli, Mc 6, Tempo Ordinario, Tempo Ordinario: 4 settimana, riposo, sollecitudine

Stampa