Riconoscere

Cuori in sintonia

Scritto da fra Carlo Poloni il .

La gente subito lo riconobbe.

Ma io lo avrei riconosciuto? Domanda obbligatoria quanto inquietante…

La gente riesce a riconoscere Gesù immediatamente, senza presentazioni né segni distintivi, senza che compia gesti strabilianti o che si metta a predicare… semplicemente, subito lo riconosce. Come un bambino riconosce la sua mamma, con quell’attrazione che si prova quando i legami sono seri e profondi, quanto lo è la vita.
Forse la difficoltà che abbiamo di riconoscere Gesù nella Parola che ascoltiamo e nelle liturgie celebriamo, nei pastori che ci guidano, nelle comunità dei suoi discepoli e, soprattutto, nei poveri e nei piccoli che bussano alla nostra porta non è dovuta solo alla loro impresentabilità o alla non sempre inossidabile coerenza. Forse non abbiamo il cuore sintonizzato con Colui che è la nostra vita; forse non desideriamo abbastanza incontrarlo…
E, tutto sommato, non ci sconvolge più di tanto la domanda «Ma io lo avrei riconosciuto?».

Buona Notizia: Dio ti viene incontro… e lo puoi riconoscere.
Buona Notizia sei tu se diventi trasparenza di Gesù e del suo Vangelo.

  

Tags: Mc 6, guarigione, Tempo Ordinario, barca, Gennèsaret, Tempo Ordinario: 5 settimana

Stampa