È qui la festa?

Un Padre fuori di sé

Quando era ancora lontano, suo padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò.

Sconvolge l’atteggiamento di questo Padre.

Lungi dal rinfacciare al figlio minore la sua dissennata richiesta seguita dalla sua partenza, vedendo in lontananza questo figlio disgraziato, lo accoglie e fa festa. Il regno di Dio è la festa infinita in cui siamo introdotti, una volta che abbiamo intravisto che ci conviene esserci.
E, nei confronti del figlio maggiore, che non vuole entrare a condividere gioia e cibo con quel fratello degenere, questo Padre accetta di rimanere fuori dalla festa: fino a quando ogni figlio non sarà nella casa, il Padre non può prendere parte alla gioia del suo regno!
È un Padre fuori di testa, che ha perso la testa per i suoi figli e accetta di perdersi perché essi si possano ritrovare.

Buona Notizia: per quanto tu abbia sbagliato, c’è un Padre che ti attende, a casa.
Conversione oggi è accogliere la sfida di diventare figli di un Padre così e di cambiare il nostro modo di essere fratelli.

Tags: perdono, parabola, conversione, regno di Dio, Tempo di Quaresima, Quaresima: 2 settimana, Lc 15, Padre misericordioso, figliol prodigo, due figli, misericordia, festa

Stampa