Agguati

Le mani addosso

Cercavano di arrestarlo, ma nessuno riuscì a mettere le mani su di lui, perché non era ancora giunta la sua ora.

Nei racconti evangelici, Gesù si trova sempre tra due fuochi.

Da un lato, coloro che lo acclamano messia e Signore, che cercano di toccarlo, per avere chissà quale beneficio, quasi fosse un feticcio magico. Dall’altro, quelli che vogliono mettergli le mani addosso per fargli del male, per farlo tacere, per toglierlo di mezzo.
Sembra quasi che non sia possibile una via di mezzo!
Invece, basterebbe riconoscere che la sua Parola è quella stessa che Dio rivolge a ciascuno di noi, perché abbiamo vita e salvezza. Lui conosce il Padre e, conoscendo lui, possiamo accostarci a un Dio così, magari un po’ sottotono… ma sempre il Dio dell’amore e della misericordia.

Buona Notizia: nonostante le nostre precompressioni, Dio si rende conoscibile, nei fatti.
Conversione oggi è decidere di non mettere le mani addosso al Signore, ma di lasciarci raggiungere nella nostra umanità.

Tags: Tempio, Tempo di Quaresima, Tempo di Quaresima: 4 settimana, Gerusalemme, Gv 7

Stampa