Un capodanno di servizio

Carità e dignità

Volontariato a Opera San Francesco per terminare l'anno e iniziare quello nuovo in favore dei poveri.

Durante l’esperienza di volontariato alla mensa per i poveri, ci si immerge totalmente in una realtà a noi lontana: si entra in contatto con persone emarginate dalla società, con quegli individui che incontriamo, magari, su un ciglio del marciapiede e ci fanno stringere il cuore.

Ci permette di comunicare con loro, di dare una parola di sostegno o di conforto; oppure, in molti casi, di ricevere un loro sorriso davanti ad un pranzo, ad una cena o ad un nostro atto gentile come pulire con un semplice gesto il tavolo e la sedia sulla quale devono mangiare e sedersi, oppure riempire le brocche.
È una grande esperienza: non li sfamiamo e basta… parlando con loro, veniamo a conoscenza delle loro storie, dei loro percorsi di vita e, certe volte, dei loro fallimenti, che accentuano in loro quel lato sensibile e umano, che ormai sembra scomparire, lasciando spazio all'amaro, all'odio e ai dispiaceri.
Grazie al personale e ai volontari di Opera San Francesco, progetto istituito da fra Cecilio, è possibile ridare loro anche quella dignità che la mancanza di denaro sottrae all'essere umano: essere volontari vuol dire questo.

Tags: Capodanno con i frati, Opera San Francesco per i poveri, Mensa, povertà, volontariato, servizio, fra Cecilio

Stampa